vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Sabato 28 ottobre

Anzola dell’Emilia (Bo)

Museo Archeologico Ambientale
Via Emilia, 87

L’archeologia fa storia

Ore 10.00-12.00
Le terramare nel paesaggio padano. Laboratorio didattico per bambini.

È con la civiltà terramaricola che il paesaggio padano mostra per la prima volta in modo significativo i segni di un’economia basata sull’agricoltura e sull’allevamento. Scopriamo gli antichi gesti che hanno cambiato l’aspetto del nostro territorio, imparando quanto la civiltà umana sia dipendente da una corretta gestione delle risorse ambientali.

 

Bologna
Chiesa di San Donato
Via Zamboni, 10

Raccontare la storia

Ore 10.00 e 15.00

Gli stemmi raccontano. Visita guidata.

Gli alunni delle classi quarte della scuola primaria G.B. Ercolani conducono i genitori alla scoperta degli stemmi nobiliari, degli studenti (Biblioteca comunale dell’Archiginnasio) e delle corporazioni.

 

Bologna

Sala multimediale della Biblioteca Ruffilli
Vicolo Bolognetti, 2

Raccontare la storia

Ore 10.00-13.00
Ambientalismo ed Esperanto. Seminario.

Il seminario prevede alcune relazioni inframmezzate da proiezioni di foto e video, seguite da domande e momenti di confronto con il pubblico. Scopo dell’incontro sarà l’illustrazione dei rapporti proficui e profondi intercorsi tra il mondo dell’ambientalismo e la lingua esperanto, che sin dal colore della sua bandiera stabilisce un nesso con la risorsa primaria del nostro pianeta: la natura. In particolare, si prenderanno in considerazione figure di scienziati impegnati nello studio e salvaguardia dell’ambiente e dimostratisi, al contempo, valenti esperantisti.
A cura del Gruppo esperantista bolognese “Achille Tellini 1912”.

 

Dozza (Bo)

Rocca sforzesca di Dozza
Piazza della Rocca

Raccontare la storia

Ore 10.30-12.30 e 15.00-18.00
Accadde a Dozza... Rappresentazioni, allestimenti e visite per il pubblico.

Mediante ricostruzioni di abiti, armi e armature, allestimenti di antichi mestieri e professioni dimenticate nei locali della Rocca, visite guidate e dimostrazioni di scherma antica e tiro con l’arco, si respira di nuovo l’atmosfera del periodo medievale e rinascimentale. Evento gratuito, ingresso con il biglietto del Museo della Rocca.
A cura dell’Associazione storico-culturale “Società dei Vai”, in collaborazione con il Comune di Dozza e la Fondazione “Dozza città d’arte”.

 

Castel San Pietro Terme (Bo)

Sede Associazione turistica Pro Loco
Via U. Bassi, 29

Il paesaggio fa storia

Ore 14.00
Alla scoperta di grotte e cave in Val Quaderna e torrente Gaiana…e i loro ecosistemi. Visita guidata gratuita.

Prenotazione obbligatoria entro il 20/10/2017 - tel.051/6954135; info@prolococastelsanpietroterme.

 

Bologna

Aula Magna,
Dipartimento di Scienze dell'Educazione G.M. Bertin,
Via Filippo Re, 6

Ore 15.00-17.30
Italia di Cuore: per una educazione alla cittadinanza attiva.

Interventi di Beatrice Borghi, Rolando Dondarini, Antonio Faeti, Tiziana Roversi. Introduce e coordina Marco Guidi.Con la partecipazione della Ministra Valeria Fedeli.

 

Bologna

Torresotto di San Vitale
Piazza Aldrovandi

Raccontare la storia

Ore 15.00-17.30
Passeggiata e visita guidata lungo il tracciato delle mura del Mille o dei Torresotti. A cura dell’Arch. Leonardo Marinelli.

Le cosiddette “mura del Mille” o dei Torresotti sono la seconda cerchia muraria di Bologna, edificata in realtà nella seconda metà del XII secolo. Questa cerchia è oggi rintracciabile tramite i pochi e scarni elementi superstiti come i quattro torresotti o serragli, alcuni tratti di murature e riferimenti topografici e toponomastici. Con questa visita guidata lungo il percorso delle mura (di circa 3,5 Km), si vuole far conoscere e apprezzare questo importante episodio della storia medievale della città di Bologna.
Max. 30 partecipanti, prenotazione obbligatoria tel. 051 6451330, lucrezia.salandra@beniculturali.it
A cura della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

 

Bologna

Basilica S. Giacomo Maggiore
Piazza G. Rossini

Raccontare la storia

Ore 15.30-16.30
Visita geologico-pittorica alle Cappelle di S. Antonio e Bentivoglio. Visita guidata.

Relazioni fra lo sviluppo della geologia e della scienza nel Rinascimento con la guida di Alessandro Ceregato e Gian Battista Vai.
A cura dell’Aula didattica del Museo geologico Giovanni Capellini - Sistema Museale di Ateneo (SMA).

 

Bologna

Museo Civico Archeologico
Via dell'Archiginnasio, 2

Raccontare la storia

Ore 16.00
Le città delle immagini. Bologna ed Este, antiche metropoli protostoriche, a confronto attraverso due capolavori: la situla della Certosa e la situla Benvenuti. Incontro con l’autore.

Luca Zaghetto, archeologo specializzato in protostoria e iconografia e autore del volume "La situla Benvenuti di Este, il poema figurato degli antichi Veneti" (ed. Ante Quem), condurrà una lettura di due reperti tra i più rappresentativi delle antiche città di Este e Bologna in dialogo con Marinella Marchesi (Museo Civico Archeologico di Bologna).
A cura di Ante Quem s.r.l. e Museo Civico Archeologico di Bologna.

 

Bologna

Sala Silentium della Biblioteca Ruffilli
Vicolo Bolognetti, 2

Il teatro fa storia

Ore 16.00
I ragazzi di Terezìn. Spettacolo con musica.

Lo spettacolo nasce da una ricerca sul campo di concentramento di Terezìn, in cui durante l’ultima guerra furono rinchiusi 15.000 ragazzi ebrei. Di questi, soltanto 100 scamparono alla morte, lasciando poesie e disegni che narrano l’orrore indicibile che non dovrà mai più ripetersi.
A cura del Gruppo di lettura San Vitale.

 

Pianoro (Bo)

Museo di arti e mestieri Pietro Lazzarini
Via del Gualando, 2

Raccontare la storia

Ore 16.30
Ambienti contro. Progetto “Memorie in cammino”. Documentario

Testimonianze femminili: la sofferenza dei civili in città, borghi, campagne, divenuti teatro di guerra durante il secondo conflitto mondiale. Il filmato sarà accompagnato da letture e brani interpretati da Sandra Sarti e Marco Colombari. Saranno presenti le testimoni residenti nel comune di Pianoro e la curatrice del progetto Gabriella Gotti del Museo Alcide Cervi di Reggio Emilia.

 

Sasso Marconi (Bo)

Salone delle decorazioni di Colle Ameno
Via di Borgo di Colle Ameno

Raccontare la storia

Ore 16.30
Kainua-Marzabotto. Abbandono, distruzione, recupero e ricostruzione (virtuale) di una città etrusca. Conferenza e mostra.

L’antica Kainua, presso l’odierna Marzabotto, è l’unico caso di città etrusca fondata ancora oggi conservata nella sua planimetria originale. La città fu abbandonata dagli Etruschi nel corso del IV sec. a.C., poi occupata dai Celti e Romani, che ne sfruttarono le vestigia rimaste. Priva di altre costruzioni fino all’800, fu campo di indagine dei più importanti archeologi bolognesi, ma fu anche segnata da eventi naturali e costruzioni di infrastrutture moderne che ne hanno distrutto ampie porzioni. La cattedra di Archeologia dell’Università di Bologna, forte di una lunghissima tradizione di ricerche sul sito, ha da poco concluso un progetto volto alla ricostruzione virtuale della città antica, ripristinando dove possibile il paesaggio originario e gli edifici etruschi secondo innovativi metodi. Con dimostrazione della città virtuale, navigabile tramite App su Smarthphone.
A cura del Gruppo di Studi progetto 10 righe in collaborazione con le associazioni Le Rossignol, Gruppo XXV aprile e Associazione Ville Storiche bolognesi.


Bologna

Centro San Domenico
Cappella Ghisilardi
Piazza San Domenico, 12

La scienza fa storia

Ore 16.30
La cura del corpo e dell’anima: Bologna e la peste nel 1630. Conferenza di Adriano Cavallo O.P. e Alberto Becca.

Conferenza sulla grande epidemia che colpì la città di Bologna nel 1630, con particolare riferimento al voto che venne fatto alla Madonna del Rosario.
A cura dell’Associazione internazionale Caterinati.

 

Bologna

La Quadreria
Palazzo Rossi Poggi Marsili
Via Marsala, 7

La musica fa storia

Ore 16.30-18.30
La Natura rappresentata. Conferenza di Davide Righini e concerto.

Conferenza relativa ai cabrei e alle carte geografiche antiche conservate all’interno della Quadreria; segue un concerto di musica boema del sec. XIX.
Musiche di: 
Bedřich Smetana, Antonín Dvořák, Bohuslav Martinů
Interpreti: 
mezzosoprano Andrea Doskočilová
pianoforte Monika Fenyešová, 
Con partecipazione di Giulia Ronchitelli - allieva della Scuola di Musica "Il Temporale" di Bentivoglio.
A cura dell’Associazione Culturale italo-ceca “Lucerna” / ASP Città di Bologna e Quadreria di ASP Città di Bologna “Palazzo Rossi Poggi Marsili”.

 

Bologna

Circolo Ufficiali dell’Esercito
Via Marsala, 12

La poesia fa storia

Ore 17.30
Nel nome del mare. Reading di poesie.

Reading di poesie da “Nel nome del mare” di Cinzia Demi con intermezzi musicali per chitarra di Riccardo Farolfi. A seguire, aperitivo.
A cura dell’Associazione Estroversi e dell’Associazione Amici delle Muse.

 

Budrio (Bo)

Libreria La Camera dei Segreti
Via Benni 5/a-b

Raccontare la storia

Ore 18.00-19.30
1517-2017 – 500 anni della Riforma. Conferenza.

Interventi di Jörg Müller, Tiziano Casella, Stefano Mariotti.

 

Budrio (Bo)

Le Torri Lounge
Via Benni, 1

Raccontare la storia

Ore 20.00-22.00
Una birra con Lutero.

Serata con degustazione di birra artigianale, wurstel & krauti per conoscere la vita e le opere del Riformatore tedesco.


Castel San Pietro Terme (Bo)

Centro civico Osteria Grande
Viale Broccoli

La musica fa storia

Ore 20.30
Il bicchiere racconta. Recital di musica e parole.

Per riscoprire le tradizioni, i costumi, i valori della nostra civiltà contadina.
A cura di Auser-Auserart in collaborazione con l’Associazione Terra Storia Memoria.


Bologna

Basilica di S. Antonio da Padova
Via J. della Lana, 2

La musica fa storia

Ore 21.15
Concerto d’organo e corali. Georg Friedrich Händel. Coro e orchestra Fabio da Bologna; contralto Daniela Pini; basso Luca Gallo; organo Kim Fabbri, Direttore Alessandra Mazzanti.

Brani da Messiah.
Nell’ambito del XLI Ottobre Organistico Francescano Bolognese 2017. Ingresso a offerta libera.
A cura dell’Associazione Musicale “Fabio da Bologna” in collaborazione con il Convento di S. Antonio da Padova e la Provincia S. Antonio dei Frati Minori.