vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Domenica 22 ottobre

Bologna

Punto di ritrovo: davanti la chiesa Beata Vergine del Carmine a Monte Donato

Raccontare la storia

Ore 9.30-12.30
Caccia alla selenite. Attività interattiva storico-naturalistica.

Il percorso accompagna i partecipanti alla riscoperta del gesso selenitico, della sua genesi e storia e dell’attività di estrazione e utilizzo nell’edilizia della città di Bologna a partire dalla civiltà romana. I partecipanti, utilizzando una mappa, ricercano attraverso i “borghi dei gessaroli”, alcuni luoghi, rispondono ad alcune domande e prelevano degli oggetti, da consegnare a fine percorso, presso una cava di selenite a cielo aperto. È previsto un simpatico gadget per ogni partecipante.
A cura dell’Associazione Selenite.

 

Castrocaro Terme (FC)

Fortezza di Castrocaro Terme,
Via Fortezza, 1

Raccontare la Storia

Ore 10.00-13.00
La Fortezza di Castrocaro terme, testimonianza della nascita della Romagna Toscana. Visita guidata.

Visite guidate: Corte con Ulivo del XVII secolo, Grotte trogloditiche, Torre delle Segrete e dei Tormenti, Chiesa di Santa Barbara, Palazzo del Castellano, ove sono allestiti: Museo storico-archeologico del Castello e della Città (MuSA): armi, maioliche, arredi, suppellettili e dipinti antichi; L’Aquila le Chiavi il Giglio, esposizione permanente di documenti e reperti archeologici che documentano e raccontano la millenaria storia della Fortezza di Castrocaro; Enoteca della Strada dei Vini della Provincia Forlì-Cesena, per la promozione e valorizzazione dei prodotti  enogastronomici  del territorio.
Info: +39 0543 769541 info@proloco-castrocaro.it.

 

Bologna

Museo Davia Bargellini,
Strada Maggiore, 44

L’arte fa storia

Ore 10.30
Luigi Crespi ritrattista nell’età di Papa Lambertini. Visita guidata alla mostra.

 

Bologna

Museo del Patrimonio Industriale,
Via della Beverara, 123

La scienza fa storia

Ore 16.00
Scorre l’acqua… gira la ruota! Laboratorio-visita guidata per famiglie.

Un percorso interamente dedicato all'acqua, come fonte di energia, studiata attraverso alcuni modelli funzionanti che evidenziano l'evoluzione nel tempo delle ruote idrauliche e le loro diverse applicazioni, e come importante risorsa del territorio, documentata nelle sale espositive del Museo, dove modelli funzionanti, plastici, exhibit e filmati consentono di ricostruire la storia di quando Bologna viveva sull'acqua.

 

Bologna

Museo Civico Medievale
Via Manzoni, 4

L’arte fa storia

Ore 16.00
1143: la croce ritrovata di Santa Maria Maggiore. Visita guidata alla mostra.


Bologna

Cappella Farnese, Palazzo d’Accursio,
Piazza Maggiore, 6

La musica fa storia

Ore 16.30
Da Napoli a Uppsala: il mandolino nelle capitali europee del Settecento. Lezione-concerto del Trio Galanterie a Plettri.

Mandolini: Mauro Squillante, Pietro Marchese, Anna Rita Addessi.

Programma:

Emanuele Barbella (1718-1777)

·     Duetto a due mandolini (Gimo 13)

·     Sonata a due mandolini (Gimo 15)

Giovanni Battista Gervasio (c.1725-c.1785)

·     Duetto a due Mandolini (Gimo 147)

Nell’ambito del progetto di ricerca “Il mandolino a Napoli nel Settecento”.
A cura di Anna Rita Addessi.

 

Pianoro (BO)

Museo di arti e mestieri Pietro Lazzarini,
Via del Gualando, 2

La scuola fa storia

Ore 16.30
“Dal cuore di pietra ai cuori di fantasia”. Conferenza.

L’evento costituisce la testimonianza di un percorso didattico-educativo-artistico-culturale svolto dalla classe nell’anno scolastico 2016-17 sul territorio di Pianoro attraverso la visione di filmati, foto, elaborati artistici spiegati e commentati dagli alunni e dai genitori che hanno contribuito ad attuarlo.
A cura dell’Associazione culturale “Cuore di Pietra”.

 

Villanova di Castenaso (Bo)

MUV - Museo della civiltà Villanoviana,
Via B. Tosarelli, 191

Raccontare la storia

Ore 16.30
La freccia perduta. Lettura animata per bambini (età consigliata 6-11 anni).

Avventura, archeologia e amicizia si mescolano e danno vita a I CercaStoria (ed. Ante Quem), una collana di libri per bambini che permette di viaggiare indietro nel tempo sulle tracce di misteriosi oggetti del passato. Con un racconto che è anche gioco e teatro, l’autrice Arianna Capiotto ci porterà nella lontana preistoria, alla scoperta di indimenticabili personaggi e di un incredibile reperto.
A cura della Casa editrice Ante Quem s.r.l. e MUV – Museo della civiltà Villanoviana.

 

Granarolo dell’Emilia (Bo)

Biblioteca “G. Rodari”,
Via San Donato, 74

L’ambiente fa storia

Ore 17.00
La storia del rifiuto. Conferenza.

Percorso storico-culturale e ambientale nella gestione dei rifiuti nel territorio di Granarolo dell’Emilia.

 

Bologna

Pantheon del Cimitero monumentale della Certosa,
Via della Certosa, 18

La musica fa storia

Ore 17.00
Concerto di chitarra classica di James Santi.

A cura dell’Associazione Amici della Certosa di Bologna.

 

Faenza (RA)

Museo Guerrino Tramonti,
Via Fratelli Rosselli, 8

Raccontare la storia

Ore 17.00
Faenza e la ceramica, dal Rinascimento a oggi. Conferenza di Giuliano Vitali.

 

San Giovanni in Persiceto (Bo)

Museo Archeologico Ambientale,
Corso Italia, 163 c/o Porta Garibaldi

L’archeologia fa storia

Ore 17.00-19.00
La centuriazione… intorno a noi. Laboratorio didattico per bambini.

Tra le tante testimonianze archeologiche restituite dal territorio persicetano, l’assetto centuriale ha la peculiarità di essere stato visibile e “fruibile” attraverso i secoli, fino ai giorni nostri. Scopriamo i segreti della centuriazione per osservare attraverso la lente della storia il paesaggio che ci circonda.

 

Bologna

Basilica di San Giacomo Maggiore,
Piazza G. Rossini

La musica fa storia

Ore 18.00
Il corale luterano elaborato da J. Walter, H. Schütz, D. Buxtehude e J. S. Bach. Concerto vocale e strumentale del gruppo Heinrich Schütz diretto da Roberto Bonato.

Nell’ambito del ciclo di iniziative I 500 anni della Riforma 1517. Tradizione e nuovo inizio.
A cura del Goethe Zentrum Bologna in collaborazione con la Chiesa Evangelica Metodista Bologna, la Chiesa Evangelica Luterana in Italia (gruppo Emilia-Romagna) e l’Istituto Parri.