vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Eventi precedenti la Festa 2018

Domenica 9 settembre

San Giovanni in Persiceto (Bo)
Piazza del Popolo (punto di ritrovo)

Ore 14.00

Lungo il confine tra Longobardi e Bizantini. Rievocazione storica e itinerante in bicicletta.

Rievocazione storica raccontata dall’Associazione Bandum Freae e itinerante in bicicletta. Ripercorreremo la Via Cassola, antica strada diramazione della Via Cassia da San Giovanni Persiceto a Bazzano. Ridaremo vita ad usi e costumi dei Longobardi e Bizantini, immersi in un racconto storico coinvolgente.
A cura dell’Associazione FIAB Terre d'Acqua, con la collaborazione dell’associazione Bandum Freae, l’Archivio di Stato di Modena e il Comune di san Giovanni in Persiceto.

 

Venerdì 14 settembre

Bologna
Biblioteca di Discipline Economiche W. Bigiavi
Aula Seminari
Via Belle Arti, 33

Ore 17.30

Storia e memoria: Pasquale Giorgetti un “eroe” di paese. Presentazione del libro.

Pasquale Giorgetti, un giovane maestro di Camerano (Ancona), muore nel 1915 nella seconda battaglia dell’Isonzo, dopo un solo mese di guerra, mentre guida il suo plotone all’assalto. La sorella più piccola, Michela, conserva le lettere che questi ha inviato a casa. Altre missive, spedite ai familiari dopo la morte del giovane sottotenente, rivelano la partecipazione commossa e l’orgoglio di un’intera comunità per quella morte gloriosa. Da queste fonti ha preso gli sviluppi la ricerca sulla storia e sulla memoria di uno dei tanti eroi di paese. Presentazione del libro Lettere dal fronte. 1915. Pasquale Giorgetti un “eroe” di paese, Ancona, Affinità elettive, 2018. L’autrice, Maria Grazia Camilletti, dialogherà con Dianella Gagliani e Giacomo Bollini; introduce e modera Tito Menzani.

 

Sabato 15 settembre

Scascoli-Loiano (Bo)
Il nido della valle
Via della serra, 2

Ore 15.30

Premio: il nido della valle, II edizione, a Gian Paolo Borghi. Con la partecipazione di Luciano Manini, Vittoria Zanella, Rita Pasqualini. Presenta Romano Colombazzi. Coordina Gianna Solmi.

Scascoli-Loiano (Bo)
Il nido della valle
Via della serra, 2

Ore 19.30

Alla scoperta dei castelli perduti nella valle del Savena. Presentazione dell’ultimo volume di Romano Colombazzi.

 

Mercoledì 26 settembre

Voghiera (Fe)
Museo civico di Belriguardo
Strada provinciale, 274

Ore 16.00

Lucrezia Borgia e Beriguardo, conferenza di Diane Ghirardo.

 

Venerdì 28 settembre

Casalecchio di Reno (Bo)
Biblioteca comunale C. Pavese
Casa della Conoscenza
Via Porrettana, 360

Ore 16.45

Una strada lunga cent’anni: Casalecchio dalla Fondazza alla Casa della Conoscenza. Mostra realizzata da Paola Bertone. Inaugurazione della mostra fotografica.

Una ricerca che mette a confronto fotografie dell’Archivio della Biblioteca con immagini degli stessi luoghi fotografati oggi da cui emerge l’evoluzione di Casalecchio di Reno da paese a città.

 

Venerdì 28 settembre

Casalecchio di Reno (Bo)
Casa della Conoscenza
Via Porrettana, 360

Ore 17.00

Gli Etruschi di Felsina e gli altri popoli. Tracce di scambi culturali e migrazioni tra Etruria Padana, Italia ed Europa. Conferenza di Silvia Romagnoli.

Più di 2500 anni fa, anche l’Emilia Romagna ha visto fiorire la civiltà etrusca. Importanti città padane hanno dato vita a splendide tradizioni culturali ed artistiche, rivelando da un lato la rielaborazione di influssi esterni e dall’altro influenzando gli usi e i costumi delle popolazioni limitrofe. I territori di confine videro il sorgere di centri multietnici, gli empori accoglievano incessantemente nuovi stimoli e i grandi centri cittadini davano vita ad esperienze culturali in continua evoluzione.  Una storia dinamica e avvincente, fatta di movimenti di oggetti e di persone, che oggi possiamo ricostruire attraverso la documentazione archeologica. Percorreremo antiche vie commerciali partendo da Felsina (Bologna), alla ricerca di tracce che ci testimoniano relazioni con i popoli confinanti. Parleremo di come gli Etruschi fossero in contatto con Veneti, Leponzi, Reti, Liguri e Celti... ma il nostro viaggio potrebbe spingersi anche più a nord, arrivando inaspettatamente fino all’Europa centrale e settentrionale. A cura dell’Associazione Amici della P. Levi / Valle del Reno, in collaborazione con la Biblioteca C. Pavese.

 

Venerdì 28 settembre

Bologna
Biblioteca di Borgo Panigale
Via Legnano, 2

Ore 17.00

La Prima Guerra Mondiale al cinema: documentari e film sul “conflitto epocale”, dalle origini a oggi. Conferenza di Alessandro Ferioli.

L’evento è dedicato alla rappresentazione della Grande guerra, dalle origini a oggi. La conversazione è supportata dall’esame di brevi video di documentari, film e fonti storiografiche. A cura del Gruppo Geoarcheologia di Borgo Panigale e dell’Associazione Nazionale Ex Internati militari nei lager nazisti.

 

Venerdì 5 ottobre

Casalecchio di Reno (Bo)
Casa della Conoscenza
Via Porrettana, 360

Ore 17.00

Il mestiere delle armi. Tra condottieri e signori, a Bologna e in Italia. Conferenza-spettacolo di e con Federico Marangoni.

Chi e cosa erano i condottieri nell'Italia dell'ultimo Medioevo? Cosa voleva dire far parte di una compagnia di ventura? Quali erano le armi da imbracciare e come venivano usate in battaglia? Attraverso gli occhi di un ufficiale di una condotta del territorio bolognese, verranno ripercorse le gesta di personaggi divenuti rappresentativi di un'intera epoca. A cura dell’Associazione Amici della P. Levi / Valle del Reno, in collaborazione con la Società dei Vai e la Biblioteca C. Pavese.

 

Sabato 6 ottobre

Borgo La Scola – Grizzana Morandi (Bo)
Via Vimignano Chiesa, 14

Ore 15.30

I borghi medievali appenninici. Visita storica guidata.

Visita storica guidata ai borghi medievali appenninici “La Scola”, “Ca’ Doré”, “Sterpi” e “Predolo”. A cura dell’Associazione Culturale Sculca.
Punto di ritrovo “La Scola”. Referente dell’iniziativa Francesca Anti (3473178088).

 

Sabato 6 ottobre

Badia di Monte San Pietro (Bo)
Abbazia dei Santi Fabiano e Sebastiano
Via Mongiorgio 4/a

Ore 16.00

Tracce VIII edizione – La storia si fa insieme. Proiezione del documentario e mostra fotografica.

Presentazione del documentario realizzato insieme ai richiedenti protezione internazionale residenti nel Comune di Monte San Pietro. L’integrazione culturale dei cittadini stranieri passa anche dal racconto, non tanto delle loro storie, quanto, a partire da poche semplici domande, del loro progetto di vita, della relazione con la nazione dove vivono ora e la conoscenza del territorio che li ospita, dal racconto dell’interazione con i cittadini con cui intrattengono relazioni di vicinato, di lavoro, di tempo libero. La mostra fotografica, GUARDAMI DENTRO, a corredo del documentario, anch’essa realizzata con i richiedenti asilo, ha lo sguardo sul legame che si crea tra stranieri e territorio. Ogni persona coinvolta ha avuto a disposizione una macchina fotografica analogica con la quale con l’occhio della mente ha ritratto cose, persone, paesaggi, ciascuna con la propria sensibilità. Con il contributo del documentario e della mostra fotografica si vuole favorire la crescita del sentimento di accoglienza verso gli stranieri in un processo paritario, la riflessione sul che fare per agevolare il loro inserimento sociale, la conoscenza di nuove culture e di reciprocità. A cura dell’Associazione La Conserva.

 

Sabato 6 ottobre

Bologna
Basilica di S. Antonio da Padova
Via J. della Lana, 2

Ore 21.15

Soprano e organo. Paola Cigna e Alessandra Mazzanti.

Nell’ambito del XLII Ottobre Organistico Francescano Bolognese 2018. A cura di Fabio da Bologna - Associazione Musicale in collaborazione con il Convento di S. Antonio da Padova e la Provincia S. Antonio dei Frati Minori.

 

Domenica 7 ottobre

Bologna
Cattedrale di San Pietro
Via dell'Indipendenza, 7

Ore 14.00-17.30

Al cuore della storia di Bologna: il campanile della Cattedrale e gli scavi archeologici. Visita guidata.

Visita guidata agli scavi archeologici al di sotto della Cattedrale di Bologna alla scoperta delle radici della storia della città. Successivamente, salita sul campanile doppio, elemento centrale del panorama cittadino da 800 anni e spiegazione della tecnica di suono "alla bolognese". Partecipazione aperta a tutti, consigliato l'utilizzo di scarpe comode. Offerta libera. Opportuna la prenotazione all'indirizzo: romanica.san.pietro@outlook.it o, in alternativa, al 392 5737099. A cura di Bologna Storica e Archeologica.

 

Giovedì 11 ottobre

Bologna
Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna
Viale Aldo Moro, 50

Ore 10.00

Non è che l’inizio: tracce del ’68 negli archivi bolognesi. Inaugurazione della mostra.

 

Venerdì 12 ottobre

Bologna
Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna
Sala Polivalente G. Fanti
Viale Aldo Moro, 50

Ore 9.00-13.30

Non è che l’inizio: tracce del ’68 negli archivi bolognesi. Convegno.

Saluti di Simonetta Saliera. Presentazione della mostra di Mauro Maggiorani; Relazione storica di Marica Tolomelli. Interventi di: Elisabetta Arioti, Eloisa Betti, Fabrizio Billi, Maria Letizia Bongiovanni, Andrea Daltri, Davide Fioretto, Elda Guerra, Luciano Nadalini, Elisabetta Perazzo, Maria Chiara Sbiroli.

 

Sabato 13 ottobre

Castel San Pietro Terme (Bo)
Centro commerciale di Osteria Grande
Via Grassi, 9

Ore 14.00

Passeggiata in Valquaderna sulle tracce della nostra storia. Visita guidata. A cura dell’Associazione turistica Pro Loco Castel San Pietro Terme.


Sabato 13 ottobre

Scascoli-Loiano (Bo)
Il nido della valle
Via della serra, 2

Ore 15.00

La valle dei fumetti. Mostra di tavole dei fumettisti scascolesi Lucio Filippucci e Francesco Guerrini.

 

Sabato 13 ottobre

Bologna
Villa Bernaroli
Via Morazzo, 3

Ore 15.00-18.00

Il centenario della Grande Guerra. Dialoghi di storia.

Introduce Massimo Meliconi. Presiede: Luca Alessandrini. Interventi di: Eloisa Betti, Il ruolo della donna nel corso del conflitto; Carlo de Maria, L’Emilia-Romagna tra fronte e retrovia; Otello Sangiorgi, Le iniziative del Museo del Risorgimento in occasione del centenario. A cura del Quartiere Borgo Panigale-Reno.

 

Sabato 13 ottobre

Pianoro (Bo)
Museo di arti e mestieri P. Lazzarini
Via Gualando, 2

Ore 15.30

I racconti del territorio: erbario d’Amore. Inaugurazione della mostra di pittura ad acquerelli.

Gli alberi e le erbe spontanee delle nostre campagne e delle sponde del torrente Savena sono i protagonisti delle tavole originali, qui esposte, delle illustrazioni dell’omonimo libro/catalogo.

 

Sabato 13 ottobre

Pianoro (Bo)
Museo di arti e mestieri P. Lazzarini
Via Gualando, 2

Ore 16.00

I racconti del territorio: erbario d’Amore. Presentazione del libro/catalogo.

Nel libro sono illustrate numerose piante spontanee delle nostre campagne e delle sponde del torrente Savena che Tina Gozzi ha interpretato con gli acquerelli e Gastone Spisni ha arricchito con brevi note su nome, ecologia e cenni storici.

 

Sabato 13 ottobre

Badia di Monte San Pietro (Bo)
Abbazia dei Santi Fabiano e Sebastiano
Via Mongiorgio 4/a

Ore 16.00

Tracce VIII edizione. Giocare con la storia: una conversazione sulla cavalcata di Napoleone nel bolognese. Conferenza e diorama.

Napoleone Bonaparte, nei cinque giorni di soggiorno in città da Imperatore e Re d’Italia, dal 21 al 25 giugno 1805, compì davvero una poderosa cavalcata a San Michele in Bosco e…oltre… Le sue innovazioni politico-amministrative, sociali, economiche, strategiche, segnarono profondamente il nostro paese, riforme in gran parte riconfermate anche dopo la Restaurazione. L’Emilia Romagna fu il grande laboratorio che gli consentì di gettare le basi nel nostro paese per un quindicennio. Una conversazione a cura di Davide Sacchi. E… cosa successe ad Austerlitz, l'attuale comune di Slavkov u Brna nella Repubblica Ceca, nel 1805? Come fu che il Grande Stratega vinse la battaglia di Austerlitz, detta anche la battaglia dei tre imperatori, disponendo di meno soldati degli eserciti nemici? Racconti della battaglia, domande, curiosità, attorno al diorama di Austerlitz animato da circa 3500 soldatini realizzato da Andrea e Fabio Frascari. Diorami storici visibili nei seguenti giorni: 14, 20, 21 ottobre dalle 15.00 alle 18.00; visite guidate su appuntamento: 3505035787 o 3391347966. Presentazione a cura dell’Associazione La Conserva.

 

Sabato 13 ottobre

Villanova di Castenaso (Bo)
MUV – Museo della civiltà Villanoviana
Via Tosarelli, 191

Ore 16.30

Oggetti dal quotidiano: un giorno all’interno di un villaggio villanoviano. Inaugurazione della mostra archeologica.

A partire dalla ricostruzione della capanna villanoviana realizzata nel giardino del MUV, la mostra intende ripercorrere le attività del quotidiano traendo spunto dai reperti archeologici, emersi dagli scavi di abitato (e non solo) dell’Etruria padana. In mostra attrezzi e utensili legati alla filatura e tessitura, alla preparazione, conservazione e cottura dei cibi, alle pratiche agricole e di allevamento.

 

Sabato 13 ottobre

Bologna
Biblioteca d'Arte e di Storia  di San Giorgio in Poggiale
Via Nazario Sauro 20/2

Ore 16.30

Colora gli antichi mestieri bolognesi di G.M. Mitelli. Laboratorio per i bambini.


Colora gli antichi mestieri di Bologna di Giuseppe Maria Mitelli è un album che l’editore Minerva ha pubblicato in concomitanza con la mostra “Ogni cosa quaggiù passa e non dura. Giuseppe Maria Mitelli e la fugacità del vivere”, allestita nella ricorrenza del terzo centenario della morte di G.M. Mitelli (1634-1718).

La Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale ha aderito al week end di apertura dei musei promosso dall’IBC della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di “EnERgie Diffuse - Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità” e per l’occasione organizza visite guidate alla mostra.

Mentre gli adulti fruiscono delle visite, i bambini, sotto la guida di Tiziana Roversi curatrice dell’album, scoprono Giuseppe Maria Mitelli attraverso la coloritura degli antichi mestieri bolognesi. Si tratta di quaranta ambulanti disegnati da Mitelli nel XVII secolo, dal brentatore all’arrotino, dallo zavaglio al venditore di sterco di polli. Incisioni in bianco e nero destinate a suscitare oggi una certa curiosità o addirittura incredulità, grazie alle quali si va a conoscere un poco di più la storia di Bologna e l’arte di G.M.Mitelli.

Bisogna ricordarsi l’astuccio! Per partecipare al laboratorio è necessario portare i colori, preferibilmente pastelli o colori a cera.

 

Sabato 13 ottobre

Bologna
Cattedrale di San Pietro
Via dell'Indipendenza, 7

Ore 17.00

Gli scavi ritrovati - il recupero dell'area archeologica al di sotto della Cattedrale di Bologna. Conferenza di Thiago Giusti.

Conferenza di presentazione dei lavori di messa in sicurezza effettuati all'interno degli scavi nel corso del 2018 ed esposizione di una nuova ipotesi ricostruttiva del battistero. A seguire, visita guidata degli scavi a ingresso libero. Per info: romanica.san.pietro@outlook.it. A cura di Bologna Storica e Archeologica.

 

Sabato 13 ottobre

Bologna
Basilica di S. Antonio da Padova
Via J. della Lana, 2

Ore 21.15

Organo e trombone. Mauro Piazzi e Alessandro Bianchi.

Il programma, spaziando dall’antico al moderno, permetterà di conoscere da vicino il trombone in qualità di strumento solista che ben si sposa con la piena e calda sonorità dell’organo Zanin. Nell’ambito del XLII Ottobre Organistico Francescano Bolognese 2018. A cura di Fabio da Bologna - Associazione Musicale in collaborazione con il Convento di S. Antonio da Padova e la Provincia S. Antonio dei Frati Minori.

 

Domenica 14 ottobre

Bologna
Archivio di Stato di Bologna
Sala Cencetti
Piazza de’ Celestini, 4

Ore 9.30-18.30

Teodorico Borgognoni, vescovo e medico del Duecento. Nuovi apporti documentari dall’Archivio di Stato di Bologna. Inaugurazione della mostra storico-documentaria.

La mostra inquadra l’opera e la figura di Teodorico Borgognoni, vescovo, chirurgo e ippiatra, nel contesto culturale e politico-sociale del Duecento bolognese. Attraverso i documenti conservati presso l’Archivio di Stato, alcuni dei quali riccamente decorati, saranno illustrati sia la carriera accademica di Borgognoni e i suoi rapporti con i maestri di medicina, fisica e filosofia dello Studium, sia il ruolo dei medici all’interno delle istituzioni politiche e giudiziarie del Comune. Durante la giornata di inaugurazione si terranno due visite guidate, alle ore 10,30 e alle ore 16. Per queste visite non è necessaria la prenotazione. A cura dell’Archivio di Stato di Bologna, in collaborazione con Il Chiostro dei Celestini. Amici dell’Archivio di Stato di Bologna, Associazione Rabisch, Centro RAM (Ricerche e Analisi Manoscritti), Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

 

Domenica 14 ottobre

Marzabotto (Bo)
Parco Storico di Monte Sole
Centro Visite il Poggiolo
Via San Martino, 25

Ore 10.00

La storia tra gli alberi. Ambiente e comunità a Monte Sole. Visita guidata.

Una passeggiata alla scoperta delle tracce del passato tra cultura appenninica, storia contemporanea, natura e paesaggio. Durata circa tre ore.  Percorso facile. Visita gratuita con prenotazione obbligatoria entro giovedì 11 ottobre scrivendo a culturastoria.montesole@enteparchi.bo.it o telefonando allo 051932525.

 

Domenica 14 ottobre

Castel San Pietro Terme (Bo)
Parco Lungosillaro

Ore 10.00

Camminata esplorativa. Visita guidata.

A cura dell’Associazione Camminando insieme.

 

Domenica 14 ottobre

Bologna
Museo Civico medievale
Via Manzoni, 4

Ore 10.30

L’eredità di Pietro Canonici: storie dall’Università. Visita guidata a cura di Ilaria Negretti.

Partendo dalla lastra tombale di Pietro Canonici e dal suo lascito testamentario verranno illustrati i legami tra l’Università bolognese e la famiglia Bentivoglio. A cura dell’Istituzione Bologna Musei, Musei Civici d’Arte Antica.

 

Domenica 14 ottobre

Bologna
Archivio di Stato
Scuola di Archivistica
Vicolo Spirito Santo, 2

re 10.30-12.30

Immagini e testimonianze dal 1968. Conferenza.

Nell’ambito di “Domeniche di Carta”. Coordina Mauro Maggiorani con Elisabetta Perazzo.

 

Domenica 14 ottobre

Scascoli-Loiano (Bo)
Il nido della valle
Via della serra, 2

Dalle ore 11.00 alle ore 18.00

La valle dei fumetti. Mostra espositiva di tavole dei fumettisti scascolesi Lucio Filippucci e Francesco Guerrini.

 

Domenica 14 ottobre

Bologna
Biblioteca d'Arte e di Storia  di San Giorgio in Poggiale
Via Nazario Sauro 20/2

Ore 16.30

Colora gli antichi mestieri bolognesi di G.M. Mitelli. Laboratorio per i bambini.


Colora gli antichi mestieri di Bologna di Giuseppe Maria Mitelli è un album che l’editore Minerva ha pubblicato in concomitanza con la mostra “Ogni cosa quaggiù passa e non dura. Giuseppe Maria Mitelli e la fugacità del vivere”, allestita nella ricorrenza del terzo centenario della morte di G.M. Mitelli (1634-1718).

La Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale ha aderito al week end di apertura dei musei promosso dall’IBC della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di “EnERgie Diffuse - Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità” e per l’occasione organizza visite guidate alla mostra.

Mentre gli adulti fruiscono delle visite, i bambini, sotto la guida di Tiziana Roversi curatrice dell’album, scoprono Giuseppe Maria Mitelli attraverso la coloritura degli antichi mestieri bolognesi. Si tratta di quaranta ambulanti disegnati da Mitelli nel XVII secolo, dal brentatore all’arrotino, dallo zavaglio al venditore di sterco di polli. Incisioni in bianco e nero destinate a suscitare oggi una certa curiosità o addirittura incredulità, grazie alle quali si va a conoscere un poco di più la storia di Bologna e l’arte di G.M.Mitelli.

Bisogna ricordarsi l’astuccio! Per partecipare al laboratorio è necessario portare i colori, preferibilmente pastelli o colori a cera.


Domenica 14 ottobre

Pianoro (Bo)
Museo di arti e mestieri P. Lazzarini
Via Gualando, 2

Ore 16.30-18.30

Una storia di superstizione, vendetta e pregiudizio: Il Trovatore di Giuseppe Verdi e Salvadore Cammarano. Incontro di formazione e concerto.

Nella prima parte dell’incontro dopo una breve presentazione del genere, verranno esposte le ragioni per cui si può e si deve lavorare sul melodramma sin dalla scuola primaria; le metodologie e le strategie didattiche più adeguate e le numerose implicazioni interdisciplinari. Nella seconda parte, verrà presentato un esempio specifico di percorso didattico, ruotante su un’intera opera e mirante alla sua comprensione: il Trovatore di Giuseppe Verdi. Durante l’incontro di formazione saranno eseguite dal vivo alcune arie e alcuni brani del Trovatore.

 

Domenica 14 ottobre

Sasso Marconi (Bo)
Villa Quiete di Mezzana
Via Mezzana, 6

Ore 17.00

A passo di musica. Concerti al tramonto passeggiando tra natura ed arte; concerto classico cameristico per clarinetto e violoncello “Tra danze e invenzioni!”. Visita guidata e concerto.

Ore 17.00: visita guidata a Villa Quiete di Mezzana (obbligo prenotazione: InfoSasso 051 6758409).
Ore 18.30: concerto classico cameristico “Tra danze e invenzioni!” musica strumentale al servizio di un ballo assente, Ivana Zecca clarinetto, Jorge A. Bosso violoncello. A cura del Gruppo di Studi Progetto 10 Righe.

 

Martedì 16 ottobre

Pianoro (Bo)
Museo di arti e mestieri P. Lazzarini
Via Gualando, 2

Ore 9.00-13.00

I racconti del territorio: erbario d’Amore. Visita guidata per le scuole.

Le tavole ad acquerelli di Tina Gozzi accompagnano alla scoperta delle numerose piante a crescita spontanea nelle nostre campagne e lungo il corso del torrente Savena, la conoscenza del territorio è il primo passo per l’amore per il territorio. Prenotazione: 3331290485 (9.30-12.00).

 

Martedì 16 ottobre

Bologna
Parrocchia di Santa Maria Annunziata di Fossolo
Via Fossolo, 31/2

Ore 9.30

I portici di Bologna: patrimonio di incontro, accoglienza e convivenza. Incontro e dibattito intergenerazionale.

Interventi di: Rolando Dondarini, insegnanti e studenti. Confronto con scolaresche sulla storia dei nostri portici, sulla loro funzione sociale ieri e oggi; proposta di raccolta immagini e “volti” dei portici da parte di studenti e studentesse con mostra finale.

 

Martedì 16 ottobre

Bologna
Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci, 5

Ore 15.00-19.30

Una giornata per Fiorenza. Convegno.

Colleghi, ricercatori, studiosi e studenti ricordano la figura e l’opera di Fiorenza Tarozzi a un anno dalla prematura scomparsa.

 

Martedì 16 ottobre

Bologna
Museo Civico Archeologico
Via dell’Archiginnasio, 2

Ore 17.00

Da Rolandino de’ Passeggeri a Giovanni da Oleggio. Conferenza.

Nell’ambito della rassegna “I numeri ‘uno’ a Bologna dal 1278 al 1512” a cura di Maurizio Cavazza. A cura degli Amici del Museo Civico Archeologico di Bologna – Esagono.

 

Martedì 16 ottobre

Castel San Pietro Terme (Bo)
Biblioteca Comunale
Via Marconi, 29

Ore 20.30

Quando la storia si fa poesia. Letture in versi.

A cura dell’Associazione Pegaso.

 

Giovedì 18 ottobre

Pianoro (Bo)
Museo di arti e mestieri P. Lazzarini
Via Gualando, 2

Ore 9.00-13.00

I racconti del territorio: erbario d’Amore. Visita guidata per le scuole.

Le tavole ad acquerelli di Tina Gozzi accompagnano alla scoperta delle numerose piante a crescita spontanea nelle nostre campagne e lungo il corso del torrente Savena, la conoscenza del territorio è il primo passo per l’amore per il territorio. Prenotazione: 3331290485 (9.30-12.00).

Giovedì 18 ottobre

Bologna
Dipartimento di Storia Culture Civiltà
Piazza San Giovanni in Monte, 2

Ore 16.30-18.30

Per un senso del tempo e dei luoghi. Public history, didattica della storia, educazione al patrimonio. Tavola rotonda.

Interventi di Carlo De Maria, Beatrice Borghi, Serge Noiret, Roberto Grandi, Roberto Balzani. Modera Eloisa Betti. Nell’ambito dell’incontro verrà presentata e discussa la rivista Clionet. Per un senso del tempo e dei luoghi. Rivista di Public history.


Giovedì 18 ottobre

Bologna
Museo della Beata Vergine di San Luca
Piazza di Porta Saragozza, 2/a

Ore 18.00

Il timpano dell’Abbaziale di Conques: prima iconografia del Purgatorio?. Conferenza di Fernando Lanzi.

Verrà illustrato il cosiddetto Giudizio Universale di Conques, mettendo in rilievo, come contenga il primo accenno iconografico al Purgatorio, alla luce della lettura di Hugues de Saint Victor (sec. XII) e di Jacques Le Goff (sec. XX). A cura del Centro Studi per la Cultura Popolare.

 

Giovedì 18 ottobre

Castel San Pietro Terme (Bo)
Golf Club Le Fonti
Viale Terme, 1800

Ore 20.30

Giulio Bedeschi: scrittore di guerra e alpino di pace. Conferenza di Alessandro Ferioli.

A cura dell’Associazione Terrastoriamemoria.

 

Giovedì 18 ottobre

Villanova di Castenaso (Bo)
MUV – Museo della civiltà Villanoviana
Via Tosarelli, 191

Ore 21.00
Dalla capanna villanoviana alla domus romana. Conferenza.

Conferenza alla scoperta (o ri-scoperta) dei modi di abitare dei nostri antenati, dalla capanna villanoviana all’abitazione etrusca, fino alla domus romana.

 

Venerdì 19 ottobre

Bologna
Dipartimento di Storia Culture Civiltà
Aula Prodi

Ore 9.30-17.30

Teoria e pratica medica nel basso Medioevo: Teodorico Borgognoni vescovo, chirurgo e ippiatra. Convegno.

Partendo dalla personalità poliedrica e dal ruolo istituzionale di Teodorico Borgognoni (1205-1298), frate domenicano, chirurgo e vescovo di Cervia dal 1270 fino alla sua morte, attraverso l’analisi di un dossier documentario inedito, il convegno affronterà nei suoi aspetti principali la teoria e la pratica medica del XIII secolo alla luce del contesto storico contemporaneo. Il convegno è organizzato dal Dipartimento di Storia Culture e Civiltà dell’Università di Bologna, con il contributo del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna e de Il Chiostro dei Celestini. Amici dell’Archivio di Stato di Bologna, con il patrocinio del Comune di Bologna, dell’Istituto per la storia dell’Università di Bologna (Istub), della Società italiana degli storici medievisti (Sismed), dell’Istituto Storico Domenicano e del Centro San Domenico.

Saluti istituzionali

Bologna alla fine del Duecento: istituzioni politiche, religiose, culturali

Presiede: Anna Laura Trombetti

10.30-11.00

Francesca Roversi Monaco, Bologna alla fine del Duecento

11.00-11.30

Riccardo Parmeggiani, Episcopato, società e ordini mendicanti in area emiliano-romagnola

12.00-12.30

Tommaso Duranti, Medicina, insegnamento e Studium a Bologna nel XIII secolo

Teodorico chirurgo e ippiatra

Presiede: Maria Giuseppina Muzzarelli

14.30-15.00

Lettura del paper di Michael McVaugh, Teodorico Borgognoni: from Surgeon’s Son to Surgical Author

15.00-15.30

Iolanda Ventura, L’occhio e la vista tra anatomia, farmacopea e chirurgia nel Medioevo

15.30-16.00

Chiara Crisciani, Ingenium: alchimia e chirurgia

16.30-17.00

Martina Schwarzenberger, The Mulomedicina of Teodorico dei Borgognoni: a unique bridge from the late antique hippiatry to the Middle Age and far beyond

17.00-17.30

Lisa Sannicandro, Sulle fonti della Mulomedicina di Teodorico: i Digesta artis mulomedicinalis di Vegezio.

 

Venerdì 19 ottobre

Bologna
Sistema Museale di Ateneo
Museo Europeo dello Studente - MEUS 
Via Zamboni, 33

Raccontare la storia

Ore 17.00

“Je ne veux pas mourir idiot”. Il Sessantotto dall’università al mondo. Inaugurazione della mostra.

Apertura della mostra dedicata al ’68 studentesco.

 

Venerdì 19 ottobre

Bologna
Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci, 5

Ore 17.30

Guerra illustrata, guerra vissuta. Inaugurazione mostra e visita guidata.

La Grande Guerra così come fu vissuta dalla città di Bologna: dalla propaganda massiccia e capillare effettuata con i coloratissimi manifesti del prestito alla mobilitazione del fronte interno, dalle celebrazioni al ricordo dei caduti, dai cimeli, alle fotografie, alle tante memorie dell’evento che segnò l’ingresso nel tragico “secolo breve”.